Archivi per la categoria ‘Tutto Ebbe Inizio’

 

Ormai da tempo pensavo che il mio futuro sarebbe stato insegnare, ma non riuscivo ad immaginarmi seduta dietro una scrivania. Già allora credevo fortemente nel valore educativo dell’attività motoria e adoravo la danza. Sognavo di poter frequentare una scuola per apprendere l’arte, ma vivevo in campagna e anche nei paesi vicini le possibilità di coltivare la mia passione erano pressoché nulle.

Trasferitami a Muravera con la mia famiglia, dopo qualche anno fu aperto un centro sportivo, ed ebbi così la possibilità di iniziare ad affacciarmi a quel mondo…di iniziare a vivere le sensazioni incredibili che si provano durante le lezioni, durante una esibizione.

Conobbi il mio primo insegnante e ricordo ancora il giorno in cui gli dissi: “Voglio iscrivermi all’Istituto Superiore di Educazione Fisica”. Era il 1988. Superai la prova pratica d’ammissione. Avevo lavorato così tanto per affrontare tutti gli esercizi che arrivato il momento di andare a casa non riuscii a mettermi in piedi. Mi aiutò un amico, che aveva curato la mia preparazione per l’esame. Ancora oggi ogni tanto la mia schiena mi ricorda che avevo davvero esagerato. All’esame scritto fui respinta. Per un mese rimasi quasi sempre nella mia camera, nella penombra, a pensare; non volevo fare altro, non volevo iscrivermi in una qualsiasi università. Decisi di prepararmi per l’esame e chiesi aiuto ad un amico. Mi fece fare per mesi e mesi temi d’ogni genere e lessi, comprai tanti libri e lessi. Trascorsi così un anno e mi ripresentai all’esame. Lo superai e iniziò così un periodo per me bellissimo… finalmente facevo ciò che desideravo. Ogni tanto ripenso al gran potere che hanno i componenti delle commissioni d’esame… il potere di realizzare o meno i sogni! Se non mi avessero permesso di continuare per la mia strada, per la strada che solo io avevo il diritto di scegliere, quante cose non si sarebbero potute realizzare! Quante persone non avrei potuto conoscere e ora forse non potrei voltarmi verso tutti questi anni trascorsi e dire: ”Non rimpiango niente, sono felice di tutto ciò che ho realizzato”. Non avrei mai potuto provare l’indescrivibile emozione nel vedere i miei allievi danzare, non avrei mai potuto provare quel sentimento di tenerezza che dietro le quinte fa correre il mio pensiero accanto a loro, come ali, a sorreggere il loro volteggiare.

Quando crediamo in qualcosa, per quanto i fatti o le persone ci ostacolino nei nostri propositi, dobbiamo lottare e impegnarci, perchè se crediamo veramente in ciò che facciamo e riusciamo a cogliere i messaggi che anche i piccoli eventi ci suggeriscono, potremo vivere senza rimpianti, offrendo alle persone che incontriamo uno dei doni più importanti: un sorriso.

Una frase di Johann Wolfgang Goethe recita…

“Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di fare, incominciala. L’audacia ha in se’ genio, potere e magia. Incomincia adesso.”

 

La pubblicazione di questi scritti vuole essere un ringraziamento a tutti i miei allievi e alle loro famiglie per tutto l’affetto che in questi anni hanno saputo mostrarmi.

Nell’arco di quasi vent’anni, ho conservato tutto ciò che in qualche modo avrebbe potuto raccontare le emozioni legate a particolari momenti: fotografie, cartoline, disegni e pensierini che ogni tanto qualche allievo mi offriva con un bel sorriso. Conservo ancora disegni di bambine che anni fa muovevano insicure i loro primi passi di danza nella mia scuola e con orgoglio le guardo oggi mentre danzano capaci di emozionare chi le osserva.

Ho voluto conservare il ricordo di ciò che abbiamo fatto, la testimonianza di esperienze che ci hanno aiutati a crescere e che sono parte della nostra vita.

Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuta nell’intraprendere il lavoro di insegnante, che seppur faticoso e impegnativo, mi ha regalato le emozioni più grandi.

Grazie ai miei genitori che mi hanno sempre sostenuta, anche quando ho fatto scelte che non condividevano, e ai quali devo un grande amore per la vita e un ottimismo che mi permette di affrontare tutto con maggior forza; grazie a mio marito che mi ha sempre spronata a prendere decisioni e iniziative che mi hanno portata a percorrere le strade giuste e ad essere orgogliosa dei risultati …. GRAZIE a tutti gli allievi e ai genitori che in questi anni hanno creduto in me, affidandosi ai miei insegnamenti e affidandomi i loro figli. Per  rispetto nei loro confronti e nei confronti di me stessa  ho sempre studiato e mi sono aggiornata, curando la professionalità che ogni allievo ha il diritto di avere da chiunque rivesta il ruolo di insegnante. Ho raggiunto risultati che anni addietro, considerando i troppi impegni, mai avrei creduto possibili. Anche da tutti i miei allievi ho tratto la forza per  intraprendere questo meraviglioso cammino. La forza che mi hanno trasmesso con il loro impegno, con la loro gioia e con la loro fiducia.

Spero di poter continuare ad offrire ai miei allievi la possibilità di soddisfare la grande passione per la danza, nonostante i limiti posti dal vivere in un piccolo paese e in un’isola.

Quando mi sembrerà di non avere più energie penserò alle bellissime frasi dedicatemi da alcuni allievi, che senza saperlo mi hanno fatto piangere di gioia, dicendomi che infondendo in loro la passione per la danza ho contribuito alla loro “crescita” con l’amore e la dolcezza di una mamma.

Quando e se i fatti della vita mi metteranno di fronte alla necessità di fare delle scelte, portandomi verso nuovi sentieri, spero fortemente che le realizzazioni di questi lunghi anni  rimangano nel cuore di chi mi è passato accanto e che vi sia chi saprà portare avanti con passione quanto è stato avviato.

L’amicizia come l’amore richiede quasi

altrettanta arte di una figura di danza ben

riuscita. Ci vuole molto slancio e molto

controllo, molti scambi di parole e moltissimi

silenzi… Soprattutto molto rispetto

R. Nureyev

Sponsor
visite
Archivio