Il Saggio

Per qualche anno il Saggio è stato realizzato con una sequenza di coreografie fini a se stesse. Per quanto un lavoro di questo tipo richieda notevole impegno, risulta semplice da organizzare. Le cose sono cambiate quando si è deciso di dare un’impronta particolare allo spettacolo, seguendo un tema e dividendolo in scene, in brani e costruendo su questi le coreografie. Il risultato è stato sicuramente stato diverso, ma che lavoro ciclopico! Quanto impegno da parte di Stefania, dei suoi familiari e di alcuni amici, tutti coinvolti loro malgrado! Quante notti passate insonni con mille musiche che ronzano nella testa per averne ascoltate troppe durante il giorno, e … quante spese! Gli aiuti esterni, davvero limitati, non hanno mai permesso di coprire il costo sostenuto. Il carico è sempre pesato sulla Scuola e sulle famiglie. Tante volte abbiamo visto allievi ritirarsi perchè non potevano permettersi l’acquisto del costume!

 

 

Fabio Bonanni per diversi anni ci ha accompagnati durante le nostre esibizioni. Con la sua simpatia e con il suo sorriso ha presentato numerose serate